Educazione ambientale - #resto a casa ma non rinuncio alla primavera
Con il progetto "Life Clivut" ogni cittadino dalla propria abitazione può partecipare alla mappatura degli alberi e del verde urbano

(Cittadino e Provincia) – Castiglione del Lago, 1 maggio ’20 – “Resto a casa ma non rinuncio alla primavera: me la faccio raccontare dagli alberi”. Il Centro di educazione ambientale “Laboratorio del cittadino” di Castiglione del Lago, fa proprio lo slogan del progetto LIFE CLIVUT (Climate Value of Urban Trees) e invita tutti ad impiegare questi giorni “sospesi” di quarantena per prepararsi al meglio per tornare poi a tuffarci nella natura.

“Anche stando a casa – sollecita la presidente Mariella Morbidelli - possiamo conoscere gli alberi che ci circondano e dal 4 maggio, passeggiando in maggiore libertà, riconoscere la grande biodiversità vegetale del nostro territorio”.

Per fare tutto ciò con rigore scientifico esiste appunto il progetto LIFE CLIVUT "Climate Value of Urban Trees", di cui è capofila il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell'Università di Perugia e con cui collabora lo stesso Laboratorio del cittadino.

Il relativo sito (www.lifeclivutspringames.education), interattivo, presenta contenuti scientifici sugli alberi, il verde urbano ed i loro benefici ambientali e climatici, attraverso giochi, video e news. La finalità, come spiegano Flaminia Ventura e Chiara Proietti del Dipartimento, è quella di far documentare ai cittadini di ogni età, attraverso fotografie e video, le diverse fasi vegetative e riproduttive degli alberi che hanno accanto a casa o che possono vedere dalla finestra o dal balcone, facendone un rapido riconoscimento attraverso un apposito percorso guidato.

Il risultato sarà una mappa delle fioriture in città e la possibilità di vedere cosa sta accadendo nei giardini e nei parchi che siamo soliti frequentare attraverso le foto di chi vi abita vicino. 

Per il progetto LIFE CLIVUT le fotografie ed i dati che arriveranno costituiscono un vero e proprio patrimonio per monitorare, attraverso le piante, il cambiamento climatico e migliorare la conoscenza della biodiversità dell’ecosistema urbano.

Esperti botanici e dei cambiamenti climatici risponderanno ai quesiti dei cittadini e offriranno un supporto alle scuole che vogliono introdurre il tema del ruolo delle foreste urbane per la mitigazione dei cambiamenti climatici. 

Insomma, anche stando a casa è possibile fare la conoscenza e la rilevazione degli alberi ed il loro monitoraggio.

Per informazioni consultare anche http://www.laboratoriodelcittadino.org/Alberi_Trasimeno_Dryades/home1.html.

 

Castiglione2000.ET